Il Lago Cromatico 2019 suoni,colori,sapori V° Edizione


Conferenza stampa di presentazione della quinta edizione del Festival “Il Lago Cromatico”

Martedì 21 Maggio 2019

alle ore 11.00 si è tenuta presso la sede della Fondazione Comunitaria del

Varesotto la presentazione della quinta edizione del Festival Il Lago Cromatico, organizzato dall’Associazione Musica Libera.Sono intervenuti il Presidente dell’Associazione Musica LiberaDott.ssa Clara Schembari, i rappresentanti istituzionali dei Comuni aderenti alla

manife stazione, Dott. Carlo Massironi della Fondazione Comunitaria del Varesotto, il Direttore della Navigazione del Lago Maggiore Ing. Gianluca Mantegazza, il Presidente del Comitato Culturale del JRDott. David Wilkinson , il Presidente del Parco Campo dei Fiori Arch. Giuseppe Barra, il Consigliere Parco Lombardo della valle del Ticino Arch. Gioia Gibelli, i referenti degli enti partner del Festival.

La nuova edizione del Festival vedrà la partecipazi one dei Comuni di Angera, Laveno Mombello,

Ranco, Taino e Tr avedona Monate; godràdel sostegno del Comitato Culturale del JRC di Ispra, di Carrefour

- Ispra e di altre importanti realtà. Saranno coinvolti musei, associazioni, operatori turistici e commerciali del territorio, nonché la Riserva di Biosfera M AB “Ticino,Valgrande, Verbano”.

L’iniziativa è patrocinata dalla Regione Lombardia, dalla Provincia di Varese, da

l Comune di Varese, dalla Camera di Commercio di Varese, dalla Fondazione Comunitaria Onlus del Varesotto e dalla Navigazione del Lago Maggiore. La manifestazione si svolgerà, con almeno un appuntamento a settimana, da Giugno a Settembre e su tutto il territorio compreso tra Taino e Laveno Mombello, estendendosi anche al Sacro Monte di Varese. Il Festival mira a favorire la cooperazione tra le differenti realtà comunali locali, la condivisione dello spirito dell’iniziativa e lo sviluppo di una comune volontà di creazione di percorsi di crescita culturale collettiva.

L a nuova rassegna, forte del successo delle passate quattro edizioni, sarà dedicata non s olo alla promozione della cultura musicale, com’è sua vocazione, ma anche all’approfondimento degli importanti temi della Sostenibilità ambientale, della tutela del patrimonio naturale e del rispetto del territorio. In particolare, il Festival farà propri o l’obiettivo di sensibilizzare la comunità locale, durante tutta la programmazione e in particolare con due eventi dedicati, alla realtà della Riserva di Biosfera MAB “Ticino, Valgrande, Verbano”, parte della Rete Globale delle Riserve di Biosfera ( WNBR World Network of Biosphere Reserves) dell’UNESCO, in accordo con l ’idea di “Slow Lake”, un lago da vivere, scoprire e tutelare.l territorio dei laghi dispone di preziosissime risorse che occorre difendere e valorizzare; anzitutto, lo straordinario patrimonio di bellezze naturali, di storia e di tradizioni che da sempre lo caratterizzano. La copertina dell’edizione 2019 celebra dunque proprio le sfaccettature di paesaggio e di colore del Lago Maggiore. La manifestazione toccherà le piazze più suggestive dei borghi di Angera e Ranco, farà tappa in ville storiche e nel Museo MIDeC di Cerro di Laveno.

Durante la lunga programmazione del Festival il pubblico sarà accompagnato in alcuni dei luoghi più suggestivi del territorio, alcuni dei quali raggiungibili solo a piedi, dove musica e natura si fonderanno insieme in uno scenario unico. Il pubblico sarà accolto nel Parco di Taino e nel suo borgo (6 Luglio); avrà la rara occasione di scoprire il Parco del Golf dei Laghi a T ravedona Monate, con una passeggiata naturalistica guidata (16 Giugno); potrà godere della spettacolare vista del Lago Maggiore dal Sasso Cavallazzo di Ranco (6 Settembre). Nella suggestiva Ex fabbrica ILAR di Ranco, potrà assistere a “Mi Abbatto e Son Felice”, monologo teatrale ad impatto ambientale “0”, autoironico e dissacrante, che vuole far riflettere su come si possa essere felici abbattendo l’impatto che ognuno di noi ha nei confronti del Pianeta (10 luglio) .

Tante e variegate saranno le proposte musicali: la musica di tradizione, dall’Est Europa fino all’Irlanda e con progetti originali italiani (6 e 24 Luglio; 2 e 10 Agosto); il Jazz (16 e 30 Giugno; 13 Luglio);la grande musica classica (2 e 6 Giugno; 27 Luglio ; 24 e 30 Agosto). Come sempre non mancheranno i grandi solisti: Silvi a Chiesa , violoncellista di fama, si esibirà nella splendida cornice dell’Eremo di Santa Caterina del Sasso (24 Agosto) ; Willi Burger accompagnerà la visita nell’affascinante e suggestiva Casa Museo Lodovico Pogliaghi a l Sacro Monte di Varese (30 Agosto).Il 21 Giugno tornerà la Festa Europea della Musica a Ranco, che giunge alla sua IX edizione: per un’intera giornata, il paese si trasformerà in un palco per tutti, musicisti più o meno esperti, con una proposta ricca di novità e con spazi dedicati

anche a l ballo. Il 7 Settembre a Cerro si svolgerà l’ ormai tradizionale concerto della Filarmonica di Laveno. Per gli amanti dell’enogastronomia non mancheranno i momenti culinari, dove sarà data particolare attenzione a i prodotti a km “0”.Alla Riserva di Biosfera MAB“Ticino, Val Grande, Verbano” saranno dedicate in particolare le ultime due date del Festival (8 Settembre, Angera; 14 Settembre, Laveno M.) : attraverso interventi divulgativi, il pubblico avrà la possibilità di conoscere più direttamente le caratteristiche tecniche e naturalistiche della riserva e, con due passeggiate musicali guidate dal titolo “Il Lago ...cuore di una riserva UNESCO, godere degli interventi di 6 cori provenienti da differenti zone dell’area. Le due passeggiate termineranno con un piacevole finale enogastronomico che vedrà la partecipazione di aziende d’eccellenza del territorio. Così è intervenuto il Consigliere Parco Lombardo della valle del Ticino Arch. Gioia Gibelli: «L’idea alla base del MAB è quella di allargare il più possibile il progetto di una conservazione attiva. Abbiamo un piano di azioni molto corposo e il desiderio di diventare un progetto transfrontaliero. Sono quasi 20 anni che il progetto va avanti. L’unione fa la forza e per fare questo ci vuole una visione di lungo periodo. At traverso progetti come il Festival, i parchi escono dal ruolo di riserve indiane ed entrano in una logica più importante per le comunità. Non c’è più dicotomia tra aree dove si può fare e aree chiuse e superprotette. Noi siamo ben contenti di avere parte attiva in questo progetto. C’è la concreta possibilità di riscoprire i territori: in questo la musica è uno straordinario strumento, perché sa ridare vitalità ai luoghi e veicolare un rapporto sano con la natura» .Il Dott. Carlo Massironi della Fondazione Comunitaria del Varesotto ha aggiunto: «Oggi è la comunità che si deve unire per superare le difficoltà. È complesso ma vale la pena provare. Si dice spesso "non si fa mai niente, non fanno niente", non è vero e ci sono cose straordinarie nel nostro territorio».

E’ intervenuto anche il Direttore della Navigazione del Lago Maggiore Ing. Gianluca Mantegazza:

«Abbiamo quest’anno potenziato i servizi su Intra e Laveno per consentire al pubblico di passare

dalla sponda piemontese a quella lombarda. Abbiamo cercato di dare il nostro seppur piccolo

contributo. Se tutti mettono qualcosina riusciamo a costruire qualcosa di grande»

​Non ha fatto mancare il proprio sostegno il Presidente del Comitato Culturale del JRC Dott. David Wilkinson: «Il festival mette insieme cultura, ambiente e quest’anno si è aggiunto il tema della sostenibilità. E’ l’esempio di come insieme si possano fare importanti progetti per il territorio». Il Festival Il Lago Cromatico vuole essere per tutti e vuole dimostrare il proprio profondo senso di appartenenza al territorio dove è nato. Un ringraziamento particolare va a tutti coloro che credono nello sviluppo di questa importante manifestazione e decidono di supportarla. Durante l’incontro si è sottolineata l’importanza della coesione sociale, della promozione del territorio e la gratuità della manifestazione che consente la partecipazione di tutti i residenti, visitatori e turisti che frequentano abitualmente questo incantevole territorio. Ancora una volta il Festival Il Lago Cromatico si distingue per una ricchissima ed articolata proposta culturale rivolta a tutti e che vuole appartenere sempre di più al territorio dove è nato. Il programma completo del Festival è disponibile sul sito web: www.illagocromatico.com

info@illagocromatico.com;

communication@illagocromatico.com;

musicalibera.sc@gmail.com


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Mob: +39 348 6003283

Email: indacotiziana@gmail.com

Via Donizetti, 99

21010 Germignaga (Va)

P.IVA 03719970125

DoReMusic 

Tiziana Massa