Presentiamo i Cromosauri una band segnalata da Salvo Alfieri degli Overcoma

Ne ho recensite parecchie di band in gamba italiane ma mai come il gruppo di cui sto per parlarvi. Presentiamo i Cromosauri, trio livornese alternative rock di quelli che spaccano di brutto. Di quelli che se li vedi live te li ricordi a vita per il suono robusto e per la bellezza dei brani. Hanno pubblicato 2 EP e un album dal 2015 ad oggi. Nell’agosto 2015 esce ”Cromomito” un concept EP strumentale che racconta l’avventura di due ragazzi che devono diffondere i colori in un mondo buio; poi nel dicembre 2016 esce l’album NOIZ!, sta volta cantato, anzi, urlato per denunciare le proprie insicurezze e paure in un mondo chiuso e asfissiante. I riff di chitarra violenti e i groove veloci, in contrasto con i momenti calmi ed intimi, lo dimostrano. Con il nuovo bassista Giacomo Biagini, a parer mio più adatto al gruppo, riprendono 3 brani che erano stati esclusi dal precedente album. Così nel gennaio 2017 esce il secondo EP, “Invalid Session”. I brani in esso contenuti hanno un equilibrio perfetto tra melodia e furia liberatoria. Dalle loro mani sviluppano un rock ruvido e dalle reminiscenze grunge, ma la loro provenienza musicale è assai variegata, come ci spiega Giacomo Biagini , il bassista della band ed “ultimo arrivato” in formazione; “Da piccolo ascoltavo gruppi quasi “scontati”, i Red Hot Chili Peppers o i Metallica, che adesso ho quasi abbandonato. Il mio punto di partenza a livello individuale sono stati sicuramente i Muse e subito dopo i Porcupine Tree e i Tool, che per me, hanno segnato le basi del mio backgroud. Poi con Davide (cantante e chitarrista) ci conoscevamo già da tempo perchè suonavamo le chitarre nei “Bones 9798” un paio di anni fa, una band dal sound decisamente melodico. Poi uscito Michele, nei Cromosauri, sono subentrato come bassista ed e’ stata subito magia pura. Sono in formazione da un anno, ed è comunque relativamente poco. Stiamo finalmente iniziando passo dopo passo, ad unirci in un tutt’uno compatto ed omogeneo, conosco i due fratelli da quando erano piccoli e mi ero già trovato molto bene con Davide nei “Bones 9798” … e poi sono due geni assurdi” aggiunge anche “ Mi diverto a comporre con loro.” Le basi dei Cromosauri sono i due fratelli, Davide e Lorenzo Salvadori, rispettivamente chitarrista/cantante e batterista. L’obbiettivo per i due fratelli è sempre stato quello di “mettere su un fottutissimo gruppo e buttare giù i palazzi a suon di rock con metodi ovviamente poco ortodossi. Abbiamo fatto come i polpi, allungavamo braccia in ogni direzione per vedere dove riuscivamo ad arrivare e credo qualcosa o più l’abbiamo afferrata in questi anni.”

La maggior parte dei brani contenuti in “Noiz!” o “Invalid Session EP” sono di carattere hard rock/grunge anche ascoltandoli in formazione acustica non si avverte nessuna titubanza, come se si sentissero completamente a proprio agio anche senza distorsioni. L’atmosfera è totalmente diversa, molto più intima. È un po’ come essere nudi sul palco.”Ma preferiamo comunque l’elettrico, é come siamo noi veramente. Il set acustico é bello perché ci permette di trasformarci, vedersi sotto altri punti di vista ed entrare in posti più piccoli, ma la nostra natura é il set elettrico: adrenalinico, dove il momento delicato e il momento violento sono ben distinti, a differenza del set acustico dove, entro certi limiti ovviamente, questi 2 aspetti tendono ad unirsi Sono comunque sensazioni differenti in entrambe le dimensioni.”

Torniamo a alla loro musica.Le canzoni sia di “Invalid Session EP” che di “Noiz!”, vi porteranno un bel po’ in dietro con gli anni, ma ne rimarrete più che felici. Non basta la classica rullatona iniziale tipo mitragliata, ci saranno tanti altri dettagli, sia in “Noiz!” che in “Invalid Session EP”, che vi faranno innamorare della loro musica. Ogni brani vi confermerà la loro bravura. I risultati li vedono e li portano a casa ugualmente. La prima grande qualità è la voce: bella pastosa e potente, a metà tra un Eddie Vedder e un Billy Corgan, capace di inventarsi melodie ben sopra la media noiosa di tutti i gruppi che decidono ancora di approcciarsi ad un genere simile. Mi ero dimenticato di scrivere che fanno grunge ma immagino che ci siate arrivati da soli. La seconda qualità è l'immaginario che creano, acido e violento ma allo stesso tempo delicato ed etereo, come se ti cullassero dolcemente per poi svegliarti a suon di sberle distorte e grove ritmici adrenalinici. Mai noiosi, mai ripetiti, sempre sulla giusta onda. Poi nell’ultimo ep, a parer mio, hanno messo i loro brani più belli, rappresenta quanto di meglio hanno. Le strutture sonore e le dinamiche risultano abbastanza impressionanti, la loro terza qualità, “Chocolate”, “Headache” e “I Need” ad esempio, lo dimostrano. Per il resto troviamo tante citazioni di gruppi passati che ricordare non ci fa di certo male. Insomma, è questione di attenzione nella composizione, e’ loro ne hanno tanta. Non si può, infatti, scrivere canzoni che ricordino palesemente la scena di Seattle e tutto il passato, hanno la carica del punk rock, la rabbia del grunge, le melodia dell’hard rock, e tante sonorità innovative e sperimentali; una musica contaminata.

Lunga vita ai Cromosauri.

Si ringrazia per la segnalazione Salvo Alfieri degli Overcoma

CANALE YOUTUBE TIZIANA MASSA

PAGINA FACEBOOK TIZIANA MASSA

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

Mob: +39 348 6003283

Email: indacotiziana@gmail.com

Via Donizetti, 99

21010 Germignaga (Va)

P.IVA 03719970125

DoReMusic 

Tiziana Massa